Il Collezionista: Giorgio Viganò (5^ e ultima puntata)

Tullio Tidu: Secondo te, come dovrebbe essere lo spazio espositivo ideale? Giorgio Viganò: Non esiste lo spazio espositivo ideale! Esistono spazi diversi per differenti esigenze e momenti storici diversi. Per l’arte antica funziona ancora molto bene il museo composto da sale di dimensioni contenute con broccati e/o tappezzerie alle pareti e quadri con cornici dorate. Per l’arte contemporanea sono preferibili pareti neutre (bianche) e ampi spazi con soffitti alti e/o altissimi. Il Guggenheim di NY è uno spazio “impossibile”, ma una bella sfida per tutti gli artisti. Anche il Maxxi di Roma non è uno spazio facile, più gestibili musei … Continua a leggere Il Collezionista: Giorgio Viganò (5^ e ultima puntata)

Il collezionista: Giorgio Viganò (4^ puntata)

Tullio Tidu: C’è un gallerista con il quale hai un rapporto di fiducia e amicizia? Giorgio Viganò: Frequento diverse gallerie e con alcune ho un buon rapporto. Un gallerista con cui ho sviluppato un dialogo interessante, che esula dal rapporto collezionista-gallerista, è Claudio Guenzani. Ho fatto delle belle chiacchierate anche con Emy Fontana, e intrattengo ottimi rapporti con Mario e Maurizio della Continua di San Gimignano, con Massimo De Carlo e Massimo Minini. Questi sono i “miei” galleristi di riferimento, oltre a Marconi e Marco Noire, Invernizzi, Artiaco e Tucci Russo. Conosci personalmente qualche gallerista europeo o americano? E in … Continua a leggere Il collezionista: Giorgio Viganò (4^ puntata)

Il collezionista: Giorgio Viganò (3^ Puntata)

Tullio Tidu: Il rapporto con gli artisti è mutato rispetto a quando hai iniziato la tua collezione? Giorgio Viganò: Penso di sì. All’inizio ero molto giovane e mi accontentavo di “origliare” i colloqui tra i collezionisti e gli artisti: partecipavo per interposta persona e intanto imparavo. Nel corso del tempo i rapporti si sono “democraticizzati” ed è diventato molto più semplice colloquiare con gli artisti (complici anche le cene post-inaugurazione e gli incontri alle fiere). Comunque gli artisti seri, nonostante un rapporto di conoscenza, non tentano di venderti i lavori scavalcando il loro gallerista, che è colui che li sostiene … Continua a leggere Il collezionista: Giorgio Viganò (3^ Puntata)

Il collezionista: Giorgio Viganò (2^ puntata)

Tullio Tidu: Ritieni che sia più influente il critico – curatore o il gallerista? E’ cambiato il ruolo di entrambi, o pensi che sia un gioco delle parti? Giorgio Viganò: Sono entrambi importanti. L’artista cerca prima il miglior gallerista possibile e la buona galleria è frequentata dal critico e dal curatore. Il grande gallerista dona visibilità all’artista, ha un buon giro di conoscenze anche tra critici e curatori, e solitamente ha più sedi espositive e partecipa alle più importanti fiere nel mondo, che ormai sono diventate importanti quanto le più importanti manifestazioni espositive come le Biennali. L’influenza delle gallerie è … Continua a leggere Il collezionista: Giorgio Viganò (2^ puntata)